WOMEN IN BUSINESS LAW EUROPE AWARDS 2020, ANNUNCIO DEI VINCITORI
Cerca per...
Cerca
16 Luglio 2020

Portolano Cavallo premiato come migliore Studio in Italia (per il nono anno consecutivo) e migliore Studio per il diritto d’autore ai WIBL Award in Europa.

Uno Studio di prim’ordine che si aggiudica due premi, a dimostrazione della sua eccellenza in Italia

  • BEST IN COPYRIGHT – LYDIA MENDOLA, PORTOLANO CAVALLO

Sul successo ottenuto, John Harrison, ricercatore responsabile di Women in Business Law, ha dichiarato “Lo studio legale Portolano Cavallo è stato ben rappresentato ai Women in Business Law Award di quest’anno, essendo stato selezionato in tre categorie come Studio e in due per quanto riguarda le aree di attività.

Lydia Mendola è responsabile del team di proprietà intellettuale dello Studio e fornisce regolarmente consulenza alle imprese anche in materia di tutela dei consumatori e pubblicità, oltre che in tema di tutela e sfruttamento degli asset immateriali. Solo per citare alcuni esempi, difende dinanzi al Tribunale di Roma gli interessi di due società di produzione cinematografica con sede negli Stati Uniti in due distinti casi di violazione del diritto d’autore e assiste uno dei maggiori produttori mondiali di gioielli nel contenzioso e in attività di consulenza su questioni contrattuali e di marketing.

Portolano Cavallo è leader nel rappresentare e promuovere le donne nel mercato legale italiano. Delle tredici aree di attività in cui opera lo Studio, sette sono guidate da donne, tra cui la socia fondatrice Manuela Cavallo. Gli avvocati dello Studio sono principalmente donne, una percentuale pari al cinquantotto per cento dei professionisti. Lo Studio ha messo a punto importanti politiche nell’ambito della diversità di genere e del mentoring, che contribuiscono a renderlo una realtà ambita per le professioniste che operano nell’avvocatura d’affari.

In un’ottica più generale, Portolano Cavallo ha dato prova di un forte sviluppo nella promozione delle donne nell’esercizio della professione forense in Italia, dimostrando di essere meritevole di un riconoscimento nel campo della proprietà intellettuale”.

Articolo inserito in: Proprietà Intellettuale
Indietro
Seguici su