Oreste Pollicino
Of Counsel

Oreste è professore ordinario di Diritto Costituzionale presso l’Università Bocconi di Milano, dove insegna Internet Law, Diritto Costituzionale e Diritto Pubblico. È stato visiting professor nelle Università di Oxford, Budapest (CEU), Haifa e Friburgo (Svizzera).

Oreste è una delle voci più autorevoli in materia di Internet e Media. Partecipa regolarmente in qualità di speaker a seminari nazionali ed internazionali su questi temi.

L’attività del professor Oreste Pollicino comprende la consulenza in ambito giudiziale e extragiudiziale in questioni incentrate sulla responsabilità degli ISP, il diritto amministrativo, l’antitrust, il pluralismo dei media, il conflitto tra la proprietà intellettuale e altri diritti, etc.

È fondatore e direttore responsabile di Medialaw.eu, una delle piattaforme più seguite in ambito media.

Oreste è ranked da Who’s Who Legal nella categoria Data Privacy and Protection per il 2018, 2019 e 2020 (global leader)

È autore di più di 200 pubblicazioni, tra cui le seguenti monografie:

  • Hate speech and disinformation: A European Constitutional Perspective (Con Giovanni Pitruzzella)
  • Parole e Potere, libertà di informazione, fake news and hate speech (Con Giovanni Pitruzzella e Stefano Quintarelli)
  • Modeling the Liability of Internet Service Providers: Googleversus Vividown: A Constitutional Perspective, Egea, 2013, 1-17
  • We are all equal in the eyes of the law – on the Web too. The factual and legal Background (sul caso italiano di Google – Vividown).
  • Discrimination on the Ground of Sex and Preferential Treatment in EC Law: a Case Law Based Analysis in Search of the Hard Core of the “New Legal Order”.
  • The Enlargment of Europe to the East and the Relationship between the Constitutional and European Courts: Towards a General Theory of the Domestic Impact of the Supranational Law?

Ha curato con Ernesto Apa il “Codice della comunicazione digitale”, giunto alla sua seconda edizione (Egea, 2015. Ha curato insieme ad Ernesto Apa “La regolamentazione dei contenuti digitali“, un volume che celebra i primi quindici anni dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM). Ha curato inoltre, insieme a Laura Liguori e Giuseppe Busia, “Le nuove frontiere della privacy nelle tecnologie digitali. Bilanci e prospettive” (Aracne, 2017).

È editor della Rivista Global Privacy.

Tra le sue nomine più recenti in ambito nazionale e internazionale, ricordiamo:

  • È Members Consultative Committee (MCC) del progetto ELI sull’Intelligenza Artificiale (AI) e la Pubblica Amministrazione.
  • È nominato dall’Italia come Esperto Indipendente alla Partnership Globale per l’Intelligenza Artificiale, 2020.
  • Nominato dall’Italia membro indipendente del Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia Europea per i Diritti Fondamentali, 2020.
  • Membro del comitato scientifico della Fondazione Leonardo, 2019.
  • Membro del Gruppo di Esperti per la redazione di una strategia nazionale sull’Intelligenza Artificiale, Ministero dello Sviluppo Economico, 2019.
  • Membro della Commissione di esperti del Ministero che si occupa dell’applicazione nazionale del Regolamento generale sulla protezione dei dati, nominato dal Ministro della Giustizia.

Nel 2002 ha ottenuto l’LLM in European Law, presso il College of Europe, Bruges. Nel 2005 ha conseguito un dottorato di ricerca in diritto costituzionale presso l’Università Statale di Milano. È stato altresì insignito del “Premio Marco Biagi” nel 2005 per la Miglior Tesi di dottorato dell’anno.

Si è laureato in giurisprudenza cum laude nel 1999 presso l’Università degli Studi di Messina. Nel 2001 ha conseguito il Master in diritto comunitario presso l’Università di Bologna.

Lingue parlate: Inglese.

È iscritto all’Ordine degli avvocati di Messina con numero 2006.

Indietro
Seguici su